Amazon Flex: i cittadini come fattorini per le consegne

Come molto spesso accade nel mondo dell’hi-tech, le indiscrezioni e i rumors si trasformano magicamente in realtà. E’ il caso di Amazon Flex, un nuovo servizio del colosso dell’e-commerce che permetterà ai cittadini di vestirsi da fattorini ed effettuare consegne per l’utenza che acquista online. Stando al Wall Street Journal, il servizio risulta già attivo nella città di Seattle, roccaforte della creatura di Jeff Bezos, numero uno della compagnia americana.

Come in un videogioco

Da un’altra prospettiva, Amazon Flex ha tutta l’aria di essere uno dei tanti videogiochi per console: le consegne sono spesso una delle classiche missioni secondarie per guadagnare ricompense o punti extra. Nella realtà sarà più o meno così, ma si passerà attraverso un’app che, sfruttando la geolocalizzazione, mostrerà sul display una mappa con segnalati i vari magazzini e la rispettiva posizione del cliente a cui dover consegnare la merce. Il tutto dovrà avvenire in meno di 60 minuti, un lasso di tempo che Amazon è disposta a pagare con una cifra compresa tra i 18 e i 25 dollari.

Problematiche e futuro

Se Amazon è una novella della On Demand Economy, lo stesso tipo di economia utilizzata da Uber e degli autisti per capirci, ben presto dovrà affrontare problematiche legate alla concorrenza delle compagnie operanti in questo settore. Aspettiamoci quindi di vedere in piazza corrieri e taxisti, insieme…

##BANNER_QUI##