Amazon si ispira a Uber per le consegne

Amazon cerca sempre nuovi metodi per velocizzare la consegna dei propri prodotti e sta pensando di applicare il concetto di sharing economy a questo aspetto del suo business. L’idea, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, è quella di ispirarsi al meccanismo che ha decretato il successo di Uber, ovvero fare in modo che i pacchi siano consegnati dalle persone comuni che li potranno recapitare agli indirizzi che incroceranno lungo la strada che fanno ogni giorno, ad esempio, per andare a lavoro.

Jeff Bezos, dunque, vuole creare una nuova versione di fattorini, garantendo loro un compenso per il servizio e garantendo ad Amazon il netto risparmio di non dover più dipendere esclusivamente dalle società specializzate nelle consegne. Alcuni hanno già ipotizzato il nome del servizio: “on my way” (letteralmente “sulla mia strada”) mentre è più difficile immaginare quando potrà entrare in funzione. Facile immaginare però che, come Uber ha indispettito i tassisti, questo nuovo servizio indispettirà i corrieri…