Android: la cronologia Wi-Fi è a rischio

Stando a quanto rivelato dalla Electronic Frontier Foundation, organizzazione no-profit che si occupa della tutela dei diritti digitali dei consumatori, gli smartphone Android con a bordo la versione 3.1 o superiore potrebbero rivelare a chiunque la nostra cronologia di accessi alle reti Wi-Fi.

Il problema è dovuto al Preferred Network Offload (PNO), un’impostazione che, indirettamente, permetterebbe di far conoscere ad altri dispositivi elettronici a quali reti Wi-Fi ci siamo collegati negli ultimi tempi. Il momento di vulnerabilità avviene quando il nostro smartphone è in modalità sleep (in stand-by). È facile intuire che, tramite le connessioni Wi-Fi agganciate, sia possibile risalire alla cronologia dei luoghi da noi frequentati. Google ha prontamente risposto alla segnalazione del problema e un bugfix non dovrebbe tardare ad arrivare.
##BANNER_QUI##
Non solo Android. Il bug sarebbe stato evidenziato anche su iPhone, iPad e iPod fermi alla versione 5.0 di iOS. Le ultime versioni, invece, non presentano tale falla di sistema.

Per ovviare al problema su Android è possibile andare su Impostazioni—> Wi-Fi—>Avanzate e scegliere “mai” alla voce “Tieni attivo Wi-Fi durante sospensione. Ovviamente, lo smartphone non sarà in grado di sincronizzare le applicazioni quando il telefono si trova in stand-by e utilizzerà i dati mobili.