Antitrust: nuova indagine sugli operatori


Una nuova indagine dell’Antitrust
si sta per abbattere sugli operatori telefonici TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia. Sotto accusa ci sono ancora i cosiddetti servizi a pagamento non esplicitamente richiesti, spesso attivati in modo “furbetto” ai malcapitati clienti di turno che navigano sul web dal proprio smartphone.

Dopo l’Agcom, anche l’Antitrust è al lavoro su una delibera volta ad eliminare la prassi di abbonarsi ad un servizio solamente toccando un banner pubblicitario. La soluzione che sarà proposta risiederà nella possibilità di richiedere il servizio proposto solamente inserendo per esteso il proprio numero di telefono.

Dati alla mano, non saranno sicuramente contenti gli operatori: il business in questione è stato capace di registrare un miliardo di euro nel 2014 e le migliaia di lamentele dei clienti poco sono servite per limitare l’emorragia della bolletta telefonica. Il responso dell’indagine verrà deciso a fine estate durante i mesi di settembre e ottobre. Ennesima stangata milionaria in arrivo?

Articoli passati: Operatori telefonici multati (22/01/2015)

##BANNER_QUI##