App infette sull’App Store: Apple corre ai ripari

Non è solo Android nel mirino degli hacker. Anche le app per iPhone e iPad sono bersaglio di attacchi informatici. L’azienda di Cupertino è infatti impegnata in queste ore a rimuovere un codice infetto scoperto all’interno di alcune app scaricabili dall’App Store. Gli hacker sarebbero riusciti a contraffare il software Xcode, utilizzato dagli sviluppatori per realizzare app. Tutte quelle realizzate con la versione contraffatta, chiamata XcodeGhost, mettono a rischio i dati degli utenti.

Tante le app infettate – secondo la società di sicurezza Qihoo sarebbero circa 300, secondo Palo Alto Networks solo una quarantina – fra cui anche la nota WeChat che conta circa 500 milioni di utenti. I pirati informatici hanno approfittato della lentezza con cui gli sviluppatori cinesi riescono a scaricare dal sito di Apple la versione ufficiale di Xcode. Hanno così caricato XcodeGhost su server molto più veloci e invitato gli ignari sviluppatori a scaricarlo.

Ora le app dovrebbero essere tornate sicure, poiché aggiornate con la versione ufficiale di Xcode. Per cui non dovrebbero esserci problemi di sicurezza. Sta di fatto che anche gli utenti di dispositivi iOS non sono al riparo da attacchi informatici. Il consiglio è dunque quello di installare sempre un antivirus.

##BANNER_QUI##