Apple ha il 92% dei profitti del settore smartphone

Apple si conferma una macchina tritasoldi. Con una liquidità in cassa stimata intorno ai 180 miliardi di dollari e un valore aziendale di oltre 700 miliardi, la società di Cupertino non sembra volersi fermare e mette a tacere tutte le malelingue che da tempo la vedono sulla via del tramonto.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal sulla base delle ricerche effettuate dalla Canaccord Genuity, nel corso del primo trimestre del 2015, Apple è riuscita ad intascarsi il 92% dei profitti generati dall’intero settore mondiale degli smartphone. Dietro troviamo Samsung, con il 15% dei profitti totali. Sebbene la cifra superi il 100%, i dati analizzati tengono conto anche di tutte quelle compagnie andate in rosso e con il bilancio in pareggio. La differenza la fa sempre il margine di guadagno: un iPhone costa in media circa 659 dollari mentre il prezzo medio dei dispositivi Android è fermo sui 185 dollari. Complice anche la veloce svalutazione dei top di gamma Android, Cupertino fissa i prezzi dei propri prodotti portando nelle casse dell’azienda un margine di guadagno elevato, per produrre un iPhone, infatti, ci vogliono meno di 200 dollari tra componenti e assemblaggio.

Il futuro sembra voler ancora sorridere a Tim Cook e i suoi, si vocifera che le scorte richieste ai fornitori per il prossimo iPhone 6S siano intorno alle 85/90 milioni di unità. Cifre da capogiro…

##BANNER_QUI##