Apple: un anello per ghermirli… e nel buio incatenarli

I dispositivi indossabili vanno per la maggiore e sono squisitamente hi-tech. Un terreno fertile per Apple che non ha mai nascosto la sua vocazione nel trasformare oggetti tecnologici in beni da mostrare. Esauriti orologi e bracciali, all’appello mancavano anelli e collane e la scelta per Apple deve essere stata piuttosto facile.

Sul Web circolano le immagini degli “schizzi” utilizzati da Cupertino per depositare i brevetti di un anello dotato di microfono, display, sensore di movimento e vibrazione. Un primo passo verso un device che potrebbe essere rivoluzionario o rivelarsi un flop. Del resto è ancora presto, anche perché spesso la registrazione dei brevetti serve più a “controllare” la concorrenza piuttosto che a generare qualcosa di nuovo.

Certo, quando si parla di anelli , impossibile non ripensare all'”Unico” di Tolkeniana memoria, forgiato proprio per controllare il mondo. E il paragone con Apple calza a pennello, anche perché il suo dispositivo più famoso, l’iPhone, il mondo l’ha conquistato davvero, entrando nelle case di milioni di persone.

Postato in Senza categoria

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar