Apple Watch: poche app per la salute

Contrattempi per lo smartwatch di Apple e, probabilmente, qualche delusione per i fan che lo attendono. Secondo indiscrezioni pubbicate dal Wall Street Journal pare infatti che i sensori di Apple Watch non siano molto affidabili, con la conseguenza che le app dedicate alla salute probabilmente arriveranno solo in seguito al lancio commerciale.

I sensori non darebbero i risultati precisi perché, spiega il quotidiano, influenzati da fattori come corporei come la secchezza della pelle o la presenza più o meno nutrita di peli sul braccio di chi indossa lo smartwatch. Il riferimento è ai sensori in grado di rilevare la pressione arteriosa, l’ossigeno nel sangue e i livelli di stress, che sfruttano la conduttività della pelle.
Pare dunque – non c’è nulla di ufficiale, naturalmente – che Apple Watch al momento del lancio sarà equipaggiato con funzioni meno esclusive, come ad esempio la misurazione del battito cardiaco e il contapassi.

Fra le altre indiscrezioni raccolte dal Wall Street Journal, quella relativa agli ordinativi ai fornitori. Apple avrebbe richiesto la produzione di circa 5-6 milioni nel primo trimestre di comercializzazione: a fare la parte del leone naturalmente è il modello più economico, chiamato Sport, mentre al modello più esclusivo in oro sarebbe riservata solo un sesto della produzione totale.

##BANNER_QUI##