Apple Watch: vendite in calo nell’ultimo mese

La società di ricerche Slice Intelligente ha rilevato un brusco calo di vendite dell’Apple Watch durante il mese di giugno. Il mercato a cui fa riferimento l’analisi è quello USA, uno dei primi ad aver visto la commercializzazione del super smartwatch della Mela.

Dopo un primo – normale – calo degli ordini ad Aprile, le unità giornaliere vendute si sono tenute stabili sui 20.000 pezzi salvo poi abbassarsi alle 4.000/5.000 unità fatte registrare a fine giugno. Nota a margine, il grafico non tiene in considerazione degli altri quindici mercati in cui è attualmente venduto l’orologio, probabilmente più attivi anche in virtù di un arrivo posticipato.

Per quel che riguarda le varianti, interessante è scoprire che due terzi degli Apple Watch venduti riguardano il modello Sport, quello “low cost” con cinturino in gomma e un prezzo di partenza fissato a circa 400 dollari. Si fermano a meno di 2.000 invece gli Apple Watch Edition venduti nel mese di giugno negli Stati Uniti, segno evidente che il prezzo di oltre 10.000 dollari è forse troppo anche per i paperoni americani. Le vendite totali dovrebbero poi essere inferiori a 3 milioni, facile quindi pensare a 10 milioni di unità spedite in tutto il mondo in soli 3 mesi. Altro che flop…


##BANNER_QUI##