Con Android N arriverà il Touch 3D

Preparato il terreno per il multiwindows compatibile con ogni applicazione, Android ha ancora un importante gap da colmare nei confronti di iOS, nientemeno che cavallo di battaglia dei nuovi iPhone 6s: il touch 3D. L’inedita tecnologia introdotta nei display degli ultimi melafonini si trova anche a bordo del Mate S di Huawei ma in maniera più superficiale essendo stata sviluppata in casa. Manca, quindi, un’implementazione nativa lato software da parte degli ingegneri di Google che si occupano di Android.

Fortunatamente, tutto sembra procedere per il meglio e nell’ultima Developer Preview di Android N (articolo di ieri) sono stati scovati alcuni codici relativi ad un’impostazione del menù a tendina per attivare e disattivare i collegamenti dinamici. In sintesi, un’icona per abilitare e disabilitare il touch 3D.

Non ci rimane quindi che aspettare e sperare che i prossimi Nexus 2017 possano presentarsi con il touch 3D per inaugurare l’inizio della nuova era dei display touchscreen.

##BANNER_QUI##