Trekker-X3

Crosscall Trekker-X3, lo smartphone rugged pronto a rivoluzionare il settore

È stato appena presentato al Mobile World Congress di Barcellona e si candida a diventare il telefono numero uno nella categoria “rugged”. Il Trekker-X3 della casa francese Crosscall, oltre a garantire la massima resistenza alle condizioni estreme (persino a temperature di -30°C e +60°C), vanta una scheda tecnica davvero iper tecnologica.

Il primo contatto di Cellulare Magazine è nel video del nostro giornalista Christian Boscolo che ci parla del Trekker-X3 direttamente da Barcellona:

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE
Alla costruzione IP67 lo smartphone abbina una serie di sensori che informano l’utente sulle condizioni chimico-fisiche dell’ambiente, con il vantaggio di poterle gestire e condividere attraverso l’app nativa X3 Sensors.
L’accelerometro rileva per esempio la caduta improvvisa del telefono e qualora questa non sia seguita da un movimento verso l’alto, invia un messaggio di allerta a uno numero o più numeri telefonici pre-impostati. Ciò per richiamare attenzione in caso di incidenti sul lavoro o nel tempo libero.
Gli altri sensori a disposizione dell’utente sono: termometro, igrometro, barometro, altimetro, magnetometro, Gps e giroscopio. Non è tutto, il corpo è impermeabile all’acqua dolce, salata, a quella ricca in cloro delle piscine e addirittura alle sostanze oleose. Il telefono può infatti rimanere immerso a un metro di profondità per 30 minuti senza riportare danni. Con il Trekker-X3 di Crosscall possiamo quindi fare il bagno anche in mare e ascoltare la musica durante le nostre nuotate. Sì, perché gli auricolari in dotazione sono, al pari del telefono, a perfetta tenuta stagna.

Crosscall Trekker-X3
Lo stand di Crosscall al Mobile World Congress di Barcellona.

Contrariamente agli altri smartphone outdoor, il Trekker-X3 vanta un look elegante e curato. Se durante il giorno ci accompagna in cantiere o nello svolgimento delle performance sportive più impegnative, di sera fa bella mostra di sé anche nel taschino della giacca o durante una cena a lume di candela.
Il display da 5 pollici, una Gorilla Glass 4, oltre a resistere ai colpi regala un’ampia superficie di lettura, grazie anche alla risoluzione Full HD (1.920×1.080 pixel). Ne guadagna così la consultazione di mappe e carte geografiche.
Altro punto di forza è l’autonomia. La batteria da 3.500 mAh assicura al telefono efficienza fino a tarda sera e oltre, anche a fronte di un uso intenso. In stand-by l’autonomia garantita è di 21 giorni, in conversazione di 31 ore.

Il Crosscall Trekker-X3 sotto ghiaccio, sott’acqua, nella sabbia e in acqua salata

Originale la modalità di ricarica: basta poggiare lo smartphone sulla sua speciale confezione per avviare caricarlo in modalità wireless. Degno di nota anche il reparto foto-video. Il nuovo smartphone di Crosscall vanta infatti una fotocamera con sensore Sony da 16 Megapixel con lente frontale rinforzata. L’apertura massima del diaframma F/2.0 assicura ottimi risultati anche in condizioni di luce scarsa. Da 8 Megapixel invece la fotocamera frontale. Il piccolo ma resistente gancio che si osserva nella parte posteriore permette infine di assicurare lo smartphone alla giacca o alla zaino mediante il cavo di sicurezza incluso nella confezione. Vista l’ampia fascia di usi a cui si presta, il nuovo Trekker-X3 sarà venduto a 549 € anche nei negozi di edilizia e di articoli sportivi.

Dino del Vescovo

Laureato in Geologia, scrive su riviste di tecnologia e fotografia dal 2003. Giornalista professionista dal 2005, è oggi impegnato su tutte le pubblicazioni di Top Press di cui coordina il mensile Foto News. Si occupa inoltre di turismo dell'area balcanica (Belgrado è la sua seconda casa). Dorme poco e pensa molto.