Deloitte: le previsioni per smartphone e hi-tech

Deloitte, una tra le più grandi realtà nei servizi professionali alle imprese in Italia, ha messo a fattore comune le esperienze maturate presso le aziende nel settore Technology, Media & Telecommunications, individuando le principali tecnologie e innovazioni che caratterizzeranno il mercato nei prossimi 12 -18 mesi. Di seguito un estratto relativo a smartphone e connettività.

La corsa all’ultimo smartphone coinvolgerà 1,4 miliardi di persone nel 2015

Si venderanno più telefoni che tv, tablet, pc e videogiochi messi insieme con ricavi per oltre 300 miliardi di dollari. Lo smartphone sarà l’oggetto tecnologico più desiderato dal grande pubblico nel 2015. Si stima infatti che saranno venduti circa 1,4 miliardi di nuovi modelli in tutto il mondo, dei quali un miliardo sarà acquistato dopo soli 18 mesi dall’acquisto di quello precedente. I nuovi acquisti porteranno, per la prima volta, il numero di possessori oltre la soglia dei 2 miliardi. I principali fattori che spingeranno alla scelta di un modello piuttosto che un altro saranno la varietà di nuove funzionalità offerte (come il riconoscimento con impronte digitali), le capacità della fotocamera ed il look accattivante.

La batteria dello smartphone continua a essere insufficiente
 Gli investimenti nella ricerca non produrranno i risultati sperati: nel 2015 la carica durerà in media solo il 5% in più del 2014. La difficoltà consiste nel trovare un sostituto al litio, materiale attualmente utilizzato, che oltre a durare di più abbia anche le stesse caratteristiche di sicurezza, economicità e adattabilità. In Italia, la necessità dilagante di disporre di uno smartphone sempre carico ha dato vita al mercato molto diffuso delle batterie esterne.

Gli oggetti connessi ad Internet: un affare per le aziende
Non solo smartphone e tablet, nel 2015 saranno connessi a internet un miliardo di nuovi oggetti come elettrodomestici e automobili, con una crescita del 60% rispetto al 2014. Nonostante l’attenzione dei media sia concentrata sui benefici per i consumatori finali, gli oggetti connessi alla rete faranno guadagnare soprattutto le aziende, con ricavi fino a 10 volte superiori ai risparmi per i consumatori. Anche gli elettrodomestici intelligenti porteranno grandi vantaggi, fornendo in tempo reale dati mai raccolti prima sia sullo stato di usura che sulle modalità di utilizzo. Internet rappresenta il futuro anche del settore automobilistico: si stima che nel 2015 verranno vendute in tutto il mondo circa 16 milioni di automobili intelligenti (pari alle previsioni di vendita 2015 di tutto il mercato USA), con enormi ritorni economici per le compagnie di assicurazione.

Aumenta la velocità di navigazione
A livello globale, nel 2015 le case con una connessione a banda larga aumenteranno del 2% rispetto al 2014, raggiungendo 725 milioni. La rivoluzione non sarà nel numero di nuovi utenti ma nella crescita delle performance della connessione disponibile nelle case, con un aumento della velocità media di navigazione del 20%.

Per approfondire questi e altri temi sul futuro sviluppo del mercato TMT, vi rimandiamo alla lettura completa del report, disponibile sul sito Deloitte: http://www.deloitte.com/predictions2015

Postato in Senza categoria

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar