Droni in forza alla Protezione Civile

È la Protezione Civile della Regione Umbria la prima in Italia a vantare fra le sue fila un esacottero ad alta tecnologia. Il drone, per la precisione uno Skyrobotic SF6, ha il compito di sorvegliare frane pericolose, controllare lo stato di salute dei beni culturali, effettuare rilevazioni per la salvaguardia del territorio e cercare persone disperse.

Il drone ha sei eliche, un’autonomia di volo di 40 minuti e pesa 5 chilogrammi. Sfrutta l’innovativo sistema di pilotaggio automatico SR-5000 che si avvale del segnale radio in arrivo dai satelliti Gps.

Ma non è solo la Protezione Civile a nutrire interesse per i nuovi droni radiocomandati: la Croce Rossa sta per mettere in servizio i droni per attività di ricerca e soccorso. Anche la Polizia, con il drone FlySecur, è all’avanguardia in questo settore per il controllo del territorio e i rilievi negli incidenti d’auto.

##BANNER_QUI##