E-book meno cari grazie all’IVA al 4%

Uno dei problemi che da sempre ha afflito la diffusione dei libri digitali in favore di quelli cartacei è stato il prezzo di vendita. E’ difficile infatti trovare degli e-book a prezzi davvero convenienti se paragonati alla stessa versione su carta stampata: il divario è solitamente di 2-3 euro, massimo.

Oltre alle ovvie motivazioni relative all’affermazione di un nuovo tipo di lettura da parte dei lettori, i libri cartacei hanno da sempre goduto di un beneficio fiscale non da poco: l‘IVA al 4%. Al contrario, gli e-book hanno dovuto sopportare fin dalla nascita l’IVA completa (22%) con annesse conseguenze sul prezzi di vendita per il consumatore finale.

Nella serata di ieri questa situazione è finalmente cambiata. Grazie all’emendamento della Commissione Bilancio della Camera anche gli e-book godranno degli stessi benefici fiscali dei libri cartacei. I prezzi degli e-book sono destinati quindi a scendere con un conseguente vantaggio per i lettori digitali e per compagnie come Amazon, IBS e Kobo che vendono sia E-Reader (le tavolette multimediali con display E-Ink per usufruire della lettura) sia gli stessi E-Book. Vi auguriamo quindi una buona lettura digitale e vi ricordiamo che anche Cellulare Magazine pubblica sul sito toppress.it le versioni digitali delle riviste cartacee!
##BANNER_QUI##