Facebook
[easy-social-share buttons="facebook,whatsapp,twitter,mail,telegram" counters=0 style="icon" bottombar="yes" only_mobile="yes" fullwidth="yes" column="yes" columns="5" template="metro-retina"]

Facebook parla 101 lingue diverse

Facebook parla 101 lingue. Il numero è stato raggiunto aggiungendo tre nuovi idiomi: Còrso, Fula e Maltese. L’importanza di offrire il servizio in molte lingue differenti è che sono oltre un miliardo le persone che usano Facebook in una lingua diversa dall’inglese. Nel 2007, il social network era disponibile solo in inglese e spagnolo. Poi un gruppo di ingegneri si è riunito in un Hackathon e ha costruito Translate. L’applicazione  permette alle persone di tutto il mondo di tradurre il sito nella loro lingua. Da allora, tutto è cambiato rapidamente.

Facebook è universale

Nel corso degli anni, si è sviluppata una vivace community che contribuisce a rendere la creature di Mark Zuckerberg disponibile in tutte le lingue. Questa community ha aiutato Facebook a tradurre il servizio in nove lingue che compaiono nella lista UNESCO delle Lingue del Mondo in Pericolo.
Le lingue trasmettono molto. Tradizione, cultura, opinioni diverse. E’ di vitale importanza che quelle in pericolo siano rappresentate sul social network. Così è possibile aprire la comunicazione e la connessione con più persone. Ci sono migliaia di lingue in tutto il mondo. Per collegare tutti, Facebook deve essere disponibile nelle lingue che per le persone sono familiari e che capiscono.

Postato in App NewsTaggato [easy-social-share buttons="facebook,twitter,google,pinterest,linkedin" counters=0 style="button" hide_mobile="yes"]

Lucio Prosperi

Giornalista e scrittore, si occupa di tecnologia dal 1998, anno in cui ha cominciato a lavorare per alcune riviste di videogiochi per poi approdare, nel 2005, in Toppress e specializzarsi nell'hi-tech mobile. Grande appassionato di calcio e cinema, nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo: Cintura Nera di Preliminari.