Pebble smartwatch
[easy-social-share buttons="facebook,whatsapp,twitter,mail,telegram" counters=0 style="icon" bottombar="yes" only_mobile="yes" fullwidth="yes" column="yes" columns="5" template="metro-retina"]

Fitbit si compra Pebble – aggiornato

UPDATE: Fitbit ha confermato nella serata del 7 dicembre di avere acquisito asset specifici di Pebble, fra i quali il personale dipendente e la proprietà intellettuale relativa al software e allo sviluppo del firmware. L’acquisizione non riguarda invece i prodotti hardware della compagnia.

Boom nel mercato dei dispositivi indossabili. Fitbit è ad un passo da acquisire Pebble, storica startup nata su Kickstarter e pioniera del settore smartwatch. L’indiscrezione viene riportata da più fonti, l’ultima delle quali rimbalza da Bloomberg mettendo in luce una chiusura intorno ai 40 milioni di dollari.

I motivi che stanno spingendo Pebble a vendere sono da ricercare nell’incapacità di generare utili negli ultimi anni ma, al contrario, aumentarne i debiti che stanno portando a una situazione finanziaria sempre più critica. Debiti che a quanto pare rimarranno a carico di Pebble così come i prodotti invenduti, le infrastrutture dell’azienda e i server.

A Fitbit andranno invece le proprietà intellettuali e la tecnologia sviluppata da Pebble da utilizzare sui propri wearable. Gli ingegneri dovrebbero poi passare negli uffici di Fitbit mentre a rischio è il personale che ha progettato hardware e interfaccia degli smartwatch.

Difficile infine che Fitbit decida di continuare a realizzare e commercializzare dispositivi dell’ex startup. La cancellazione di Pebble Time 2 e Pebble Core di cui sono già stati effettuati gli ordini su Kickstarter sembra ormai cosa certa.

L’acquisizione di Pebble potrebbe diventare ufficiale nel giro di qualche giorno.

Fonte

Postato in NewsTaggato [easy-social-share buttons="facebook,twitter,google,pinterest,linkedin" counters=0 style="button" hide_mobile="yes"]