Google rivoluziona l’e-mail con Inbox

Si candida a essere la migliore applicazioni per gestire l’e-mail in mobilità. Ed è firmata nientemeno che da Google. Stiamo parlando di Inbox, app scaricabile per Android e iOS dai rispettivi store ma che per funzionare richiede la ricezione in posta elettronica di un invito.

Sì, perché Inbox è attualmente in fase di beta: si può installare ma non si attiva finché non si è parte della sperimentazione. Un vero peccato, perché Inbox non è una nuova versione di Gmail. È molto di più: un’app per la posta elettronica di livello professionale. Con un’impostazione curata, di alta qualità grafica e un’ergonomia superiore alla media. Google la presenta come una killer application per la produttività in condizioni di mobilità.
##BANNER_QUI##
Nel post dedicato sul blog ufficiale di Big G si legge che la mail attraverso Inbox assume un nuovo livello di perfezionamento e funzionamento, perché sono messe in bella vista le informazioni importanti e si interagisce con apposite gesture. Il tutto gestendo allegati, foto, documenti e quant’altro si è soliti ricevere via posta elettronica.

Inbox è attualmente compatibile con Android a partire dalla versione 4.1 e con gli iPhone con almeno iOS 7. Ecco come funziona in un video.