I nuovi Galaxy S6 vendono meno del previsto

Le vendite dei due Galaxy S6 vanno a rilento. Secondo un’analisi della coreana Yonhap News, la coppia top di gamma di Samsung avrebbe venduto 10 milioni di unità in un mese dal lancio, statistiche al di sotto delle aspettative considerando che la stessa cifra è stata raggiunta dal Galaxy S5 nel giro di 25 giorni e dal Galaxy S4 in 27 giorni.

L’intenzione della società era e rimane quella di voler raggiungere quota 70 milioni di unità nel giro di un anno. Una cifra che, almeno per ora, sembra essere irraggiungibile anche in virtù dell’arrivo a settembre del Galaxy Note 5 e dei nuovi iPhone 6S. L’attrazione fatale dei consumatori verso gli attuali telefoni della mela morsicata potrebbe proprio essere il nodo critico della situazione. Da non sottovalutare poi la continua discesa di Samsung in Cina: i consumatori del più grande mercato di smartphone attualmente a disposizione (1,357 miliardi di persone) sembrano continuare a preferire l’iPhone e trovare in Xiaomi la giusta alternativa “low cost” Android. L’India, che vanta dal canto suo oltre 1 miliardo di persone ed è il nuovo mercato di riferimento, non sembra ancora essere indirizzata verso i telefoni di fascia alta preferendo soluzioni economiche per via delle disponibilità finanziarie della popolazione.

Se i dati si dovessero confermare veritieri, sarebbe un vero e proprio peccato. Escluso il lato autonomia, i due nuovi Galaxy S6 ci hanno convinto sotto tutti i punti di vista e rappresentano per il produttore un vero e proprio cambio di rotta per avvicinarsi a quello che i consumatori desideravano. Avranno già cambiato idea?

##BANNER_QUI##