Il Facebook down costa 30mila dollari al minuto

Ci risiamo. Dopo l’interruzione della scorsa settimana Facebook ieri si è bloccato di nuovo (erano circa le 21.00)  risultando irraggiungibile per circa un’ora. Disagi per gli utenti a parte, il vero danno è per l’azienda di Mark Zuckerberg. Ogni minuto di “down” è infatti costato carissimo.

Nel 2015 i ricavi per la pubblicità sono stati di circa 4 miliardi di dollari e c’è chi si è divertito, calcolatrice alla mano, a fare i conti della perdita per un’ora di mancato servizio. Dollaro più, dollaro meno, siamo vicini ai 30mila dollari al minuto che, moltiplicati per 60 minuti, fanno 180mila dollari. Briciole per Zuckerberg, ma è una cifra che fa impressione.

Postato in Senza categoria

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar