Il GSMA dice addio alle SIM tradizionali, arrivano le eSIM

E’ una vera e propria rivoluzione quella annunciata dal GSMA, l’ente che organizza il Mobile World Congress e rappresenta gli interessi di oltre 800 operatori e 250 produttori appartenenti al settore mobile. Attraverso un comunicato stampa sono state annunciate le specifiche delle nuove eSIM, SIM virtuali che saranno utilizzate inizialmente su tablet, smartwatch e smartband per poi arrivare nel mese di giugno su tutti gli smartphone. Per accedere alla Rete dell’operatore non ci sarà più bisogno di una scheda fisica, una scelta che porta sostanzialmente due vantaggi da non trascurare, scopriamoli.

Più spazio per i componenti. Con l’addio delle schede SIM tradizionali e del carrellino dedicato per inserirle all’interno dei dispositivi, i produttori avranno più spazio per nuovi sensori e per gestire meglio l’hardware. Se per smartphone e tablet il discorso è relativo, smartwatch e smartband saranno i prodotti che riceveranno i benefici maggiori viste le dimensioni compatte: lo spazio liberato potrà essere utilizzato per ampliare le batterie, anche solo 30-40 mAh in più si faranno sentire sull’autonomia generale.

Flessibilità per gli utenti. Con l’arrivo delle eSIM i consumatori finali avranno la possibilità di cambiare operatore e promozione in modo semplice e veloce, anche al livello internazionale, senza dover passare per negozi fisici o dover attendere giorni per la portabilità. Il tutto sarà gestibile direttamente dalle impostazioni dello smartphone ma al momento non sono stati divulgati ulteriori dettagli a riguardo.

FONTE

##BANNER_QUI##