Il solitario compie 25 anni. Creato da uno stagista

Era il lontano 1989. Uno stagista Microsoft di nome Wes Cherry sviluppò gratuitamente un gioco di carte che, nelle intenzioni del colosso di Redmond, avrebbe dovuto avvicinare i più timidi al mondo dei Pc. Il nome del gioco era e tutt’oggi è: “Solitaire”, solitario in Italiano e, almeno una volta nella vita, tutti noi ci abbiamo giocato.

Insomma, Wes aveva creato il videogioco più utilizzato e conosciuto di tutti tempi ma, ironia della sorte, non ricevette manco un euro. Non aveva infatti concordato alcun compenso extra, se non la normale (e ridotta) paga di stagista.

Solitaire stato presente su tutte le versioni di Windows fino alla 7 mentre su Windows 8 non è preinstallato ma può essere scaricato come app.

Se volete saperne di più sulla storia di Wes Cherry vi rimando invece a questo link dove trovate anche una sua intervista (in inglese) realizzata dal sito B3TA. Ci sono tantissime curiosità come ad esempio il racconto della versione “Boss Mode” che permetteva di avviare con un tasto un finto codice C generato casualmente, ma che venne cancellata da Microsoft. In più un interessante trucco per facilitare il gioco (basta tenere premuti Ctrl+Shift+Alt mentre di clicca sul mazzo per pescare una carta migliore).

Postato in Senza categoria

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar