Internet mette in pericolo i diritti fondamentali

Internet e tutto ciò che gli ruota attorno rischia di indebolire i nostri diritti fondamentali. E’ questo l’allarme inviato da Nils Muiznieks, commissario dei diritti umani del Consiglio d’Europa, in un rapporto di ben 120 pagine intitolato “Lo stato di diritto su internet e nel mondo digitale”.

La volontà di Muiznieks è quella di rafforzare i diritti della singola persona su internet, sempre più minacciata dal punto di vista della privacy e della libertà di comunicare. Se la Convenzione sulla protezione dei dati personali è già stata elaborata dal Consiglio d’Europa e pronta ad essere approvata dagli stati, tutto tace dal fronte Stati Uniti d’America, Paese in cui è nato il web e da cui provengono i maggiori scandali (LINK1| LINK2): “Se gli Stati Uniti non cambieranno il loro modo di agire su internet e nel sistema globale di comunicazione, la grande rete, come la conosciamo oggi, rischia di scomparire. Secondo il rapporto, dopo le rivelazioni di Edward Snowden e lo scandalo della Nsa, ci sono timori che gli altri Stati possano rispondere alla sorveglianza di massa statunitense frammentando la rete”

Il rischio è quindi di vedere un sistema di comunicazioni internet non più globale ma nazionale, volto con i suoi standard e protocolli di sicurezza a tutelare il cittadino mettendo però a repentaglio internet così come lo conosciamo.
##BANNER_QUI##
Fonte: Ansa