Internet più interessante della Tv

Cambiano i tempi e di conseguenza cambiano gli interessi e i modi di comunicare. Ad scattare la foto è l’indagine “State of Media Democracy”, per il secondo anno condotta anche in Italia oltre che in Australia, Cina, Germania, Giappone, Norvegia, Sud Africa, Spagna e Stati Uniti.
##BANNER_QUI##
Cresce l’utilizzo di Internet come fonte di intrattenimento grazie a social network e la navigazione sul web per interessi personali raggiungendo il 77%. A seguire troviamo invece la visione di programmi tv (sia su tv che su pc, smartphone e tablet) con il 47%, la lettura di libri con il 34%, l’ascolto di musica fermo al 30% e la lettura di quotidiani con il 25%.

Salgono del 13% rispetto al 2013 i cosiddetti “onnivori digitali”, chi possiede sia un portatile sia uno smartphone e un tablet. In particolare sono questi ultimi i dispostivi più attraenti per i consumatori: vendite su del 58% contro il 38% di un anno fa.

L’indagine, almeno per quel che riguarda il nostro Paese, è stata svolta tra marzo e aprile del 2014 e ha coinvolto 2.127 consumatori di tutti i gruppi di età. A seguire l’infografica con tutti i risultati.