iPhone 6: ecco tutto quello da sapere

Grandi novità in arrivo da Apple che, al Flint Center, presenta i due nuovi iPhone e l’attesissimo smartwatch, di cui si sa finalmente anche il nome: Watch. Ma andiamo con ordine, così come sono stati presentati.

IPHONE 6 e IPHONE 6 PLUS

Confermate le indiscrezioni che da tempo circolano sul web: iPhone 6 e iPhone 6 Plus hanno display Retina HD da 4,7 (750×1334 pixel 326 ppi) e 5,5 pollici (1080×1920 pixel e 401ppi). iPhone 6 Plus, il più grande dei due modelli, è in grado di visualizzare la home page di iOS in modalità orizzontale.

È confermato anche il design già apparso in rete più volte (Apple ha allentato i cordoni della security?), che ci presenta due iPhone 6 con linee più morbide rispetto al passato. Ridotto, in entrambi i casi, lo spessore: 6,9 millimetri per iPhone 6 e 7,1 millimetri per iPhone 6 Plus.

I due neonati melafonini sono equipaggiati con il nuovo chip A8, più veloce rispetto al preceente A7 del 25% e nella grafica fino al 50%. In pratica, dice Apple, 50 volte più veloce del primo iPhone nelle prestazioni in generale e 84 volte più veloce nella grafica. Performance migliori in tutti i campi, dunque, soprattutto nel multimedia e nei videogiochi più evoluti.

Al chipset principale si affianca il coprocessore Apple M8 che elabora i dati in arrivo dai sensori di movimento, dal giroscopio e dalla bussola. A questi sensori si aggiunge oggi anche il barometro, in grado di misurare la pressione dell’aria e quindi l’altezza sul livello del mare (ottima scelta per le attività outdoor).

Se è confermata la sezione radio LTE (più efficiente di quella di iPhone 5S: supporta ad esempio la tecnologia Voice over LTE), da segnalare la nuova fotocamera iSight con un sensore più evoluto rispetto a quello della precedente generazione. La risoluzione rimane di 8 Megapixel ma, assicura Apple, grazie alla tecnologia Focus Pixel (“In precedenza usata solo nelle fotocamere reflex professionali”) è in grado di assicurare fotografie migliori in qualsiasi scenario di scatto. A ciò contribuisce anche il chip A8 che dispone di un processore di immagine integrato. iPhone 6 Plus dispone inoltre dello stabilizzatore ottico, per evitare fotografie mosse in condizioni di luce scarsa.

Per quanto riguarda il fronte video, la nuova generazione di iPhone è in grado di registare clip anche in slow motion a 120 o 240 immagini al secondo (fps). La messa a fuoco, assicura l’azienda di Cupertino, è perfetta grazie alla tecnologia Focus Pixel e a un migliorato sistema di face detection.

Finalmente arriva su iPhone la tecnologia Near Field Communication (NFC) per i pagamenti elettronici, resi possibili mediante l’account di iTunes che assicura, spiega Apple, un’ottima sicurezza delle transazioni.

##BANNER_QUI##

Il sistema operativo, come già sappiamo, è iOS 8 (scaricabile da tutti il prossimo 17 settembre) che porta con sé numerose novità fra cui una tastiera predittiva, la possibilità di aggiungere note vocali, video e riferimenti geografici in ogni messaggio, una nuova app per il wellness, un miglior sistema di notifiche e altro ancora. Il sistema di sicurezza Touch ID per la rilevazione delle impronte è confermato anche nei nuovi iPhone 6. Da segnalare la compatibilità dei nuovi smartphone con tutte le app presenti su App Store.

Infine i tagli di memoria con relativi prezzi. Entrambi i modelli saranno disponibili con memoria di archiviazione di 16, 64 e 128 GB con prezzi (sussidiati dagli operatori americani) di 199, 299 e 399 dollari per iPhone 6 e 299, 399 e 499 dollari per iPhone 6 Plus. Entrambi gli iPhone saranno disponibili in Usa – nei colori oro, argento e grigio – per i preordini a partire dal 12 settembre e nei negozi dal 19 settembre. Per quel che riguarda l’Italia, invece, questi i prezzi ufficiali: iPhone 6 16 GB (729 euro), 64 GB (839 euro), 128 GB (949 euro) e IPhone 6 Plus 16 GB (839 euro), 32 GB (949 euro) 128 GB (1.059 euro). I preordini partiranno il 26 settembre. 


WATCH

Dotato di display/quadrante di forma quadrata, Watch presenta una cassa in metallo dal design morbido e il vetro di protezione in zaffiro. L’interfaccia utente originale (“Non abbiamo voluto replicare quella di iPhone”, dice Apple) è in grado di semplificare le operazioni sul display. Il fulcro del nuovo sistema è la Digital Crown, la corona digitale sul lato destro dell’orologio che consente lo zoom nelle cartine, lo scrolling dello schermo ma anche – quando premuta – di tornare alla home del telefono. Sempre sullo stesso lato troviamo un pulsante che consente di aprire la lista dei contatti. Caratteristica inedita del display è quella di riconoscere la forza con cui viene toccato: è in grado di distinguere un tocco da una forte pressione.

Il cuore del nuovo Watch è il chip S1 che, spiega Apple, in pratica è un computer miniaturizzato in grado di gestire tutte le funzioni, compreso il controllo dei sensori per il monitoraggio del battito cardiaco, il giroscopio e i sensori di movimento.

Watch, a livello di interfaccia, può essere personalizzato con tre quadranti differenti. Vi sono poi sei differenti cinturini in diversi materiali: pelle, polimero, metallo.

C’è di più: Watch arriva in più versioni. La prima è realizzata in acciaio; la versione Sport è in alluminio mentre la Apple Watch Edition è in oro a 18 carati. E, se la taglia standard è troppo grande, c’è anche la versione di dimensioni ridotte.

Fra le funzioni di Watch ci sono, naturalmente, le notifiche in arrivo da iPhone (che rimane necessario per utilizzarlo, così come gli smartwatch Android si appoggiano agli smartphone con il medesimo sistema operativo) e la possibilità di gestire i messaggi.

L’assistente vocale Siri è a bordo dello smartwatch di Apple e facilita la vita all’utente consentendone una più facile interazione e l’immissione dei testi oltre che la ricerca. Vi è poi l’app per visualizzare foto (con la Digital Crown si effettua lo zoom), le mappe e tanto altro. Gli sviluppatori di app potranno poi realizzare altro software grazie a WatchKit. Non mancano, infine, le funzionalità dedicate al fitness e al wellness, in grado di monitorare le attività dell’utente (sfruttando anche il Gps di iPhone).

Al momento Watch funziona con iPhone 6 e iPhone 6 Plus ma sarà in grado di funzionare anche con iPhone 5s, 5c e 5.

Per i prezzi, si parte da 349 dollari. La disponibilità è prevista all’inizio del 2015.