Maxi autonomia con le future batterie

Dureranno di più ma avranno le stesse dimensioni. Le nuove batterie agli ioni di Litio, inventate all’Università di Stanford, promettono prestazioni fino a quattro volte superiori a quelle attuali. La novità? Nell’anodo – il polo negativo che rilascia elettroni – che non sarà più in grafite ma in litio ricoperto da un sottile strato di carbonio.

La grafite è infatti molto stabile ma poco efficiente. Il litio, al contrario, è molto efficiente ma tende ad espandersi miando la vita utile della batteria. Se però lo si ricopre con il carbonio il problema è risolto. Almeno, così affermano i ricercatori californiani guidati dal professor Yi Cui (in foto), a capo del dipartimento di Ingegneria e Scienza dei Materiali a Stanford.
##BANNER_QUI##
A goderne non saranno solo smartphone, tablet, computer e dispositivi elettronici ma, anche, auto elettriche e ogni tipo di apparecchio o veicolo con motore elettrico: si avrà più efficienza senza impatto sui costi di produzione. Ora non resta che attendere l’entrata in commercio che, speriamo, possa avvenire al più presto.