Meizu MX5: la recensione

Grazie ai suoi 1,3 miliardi di abitanti, il mercato cinese è attualmente il punto di riferimento per le aziende di elettronica di consumo. Se da una parte Apple piace e vende, Samsung un po’ meno, il sistema operativo Android ha trovato fortuna all’interno di alcuni inediti produttori cinesi non ancora sbarcati ufficialmente in Europa. Xiaomi è sicuramente il brand più noto e con la maggiore diffusione, Meizu, invece, è uno dei produttori che con il tempo sta emergendo e si sta ritagliando una spazio nell’affollato mercato della telefonia attraverso il lancio di pochi modelli all’anno, tutti caratterizzati dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Meizu MX5 è l’ultimo top di gamma lanciato in ordine cronologico. Uno smartphone di alto profilo a cui non manca proprio nulla: display Full-HD da 5.5 pollici, cpu MediaTek MT6795 e un reparto fotografico basato su obiettivi Sony. Nonostante il sistema operativo faccia riferimento ad Android Lollipop, Meizu MX5 ha una personalizzazione software proprietaria denominata Flyme che stravolge alcuni standard di Android apportando soluzioni inedite e, spesso, efficaci.

All’interno di questa nuova recensione, Ivan Paparella ci parla dell’MX5 e dei suoi pregi e difetti. Buona visione!

##BANNER_QUI##