Microsoft: altri 2800 licenziamenti

Pesa il flop della telefonia mobile sulla decisione di Microsoft di tagliare ultetiori 2.850 posti di lavoro. Gli smartphone Lumia, infatti, sono scesi a una quota dell’1% mondiale, che rappresenta il minimo storico per l’azienda di Redmond.

Una situazione che appare ancora più negativa se si pensa che Android detiene più del 76% del mercato, seguito da Apple con il 14,8%.

L’esubero si unisce ai precedenti 1.850 licenziamenti di maggio. Non è ancora chiara quale sarà la strategia futura riguardo agli smartphone, una volta che la riorganizzazione sarà completata. Un mercato ricco nel quale il colosso statunitense non è mai riuscito a fare breccia. Né con l’hardware né con il suo sistema operativo.

L’arrivo di Windows 10 sembrava dovesse rivitalizzare il segmento, offrendo la stessa piattaforma a tutti i dispositivi. Cellulari, tablet e computer. Al momento ciò non è ancora accaduto anche se si parla da tempo dell’abbandono del logo Lumia in favore di Surface
Che oggi contraddistingue il potente ultraportatile di Microsoft. Questo tablet potrebbe presto dare il nome alla nuova gamma di smartphone, in grado di sfruttare l’ecosistema di servizi e di software di Microsoft.

Surface è giunto alla versione Pro 4. Pesa 786 grammi, è dotato di uno schermo da 12,3 pollici e una penna con la quale scrivere e disegnare sullo schermo. Gira sul sistema operativo Windows 10.

  • mauro bencista

    La strategia di abbandono della telefonia mobile “Lumia” : che delusione, prima o poi anch’ io mio malgrado diventerò androidiano. Che peccato!!!!!

  • rosa

    Peccato, io con Lumia 635, mi trovo benissimo.