Archos e-Scooter

MWC 2017: Archos Urban e-Scooter. A Barcellona non si parla solo di smartphone

Non solo smartphone. Il Mobile World Congress 2017 che si sta svolgendo in questi giorni a Barcellona parla anche la lingua della mobilità urbana ecosostenibile. E lo fa attraverso veicoli elettrici a due ruote che puntano alla praticità e ai bassi(ssimi) costi di gestione.
Fra le aziende più attive in tal senso c’è la francese Archos che insieme agli ultimi smartphone 50 e 55 Graphite ha anche presentato l’Archos e-Scooter.
Si tratta di un ciclomotore pieghevole e leggero (solo 14 kg), mosso da un motore elettrico in grado di spingere il mezzo alla velocità massima di 20 km/h e di garantire 25 km di autonomia. La potenza è tale da consentire a chi lo guida di percorrere strade con pendenza di 15°. La batteria agli ioni di litio rimovibile può essere ricaricata alla presa da 220 V di casa (tempo di ricarica: circa 4 ore). Facile guidare l’Archos e-Scooter grazie al poggiapiedi, al faro led anteriore, all’acceleratore e al freno posti sotto il manubrio. La possibilità di piegarlo e sollevarlo da terra senza sforzo ne facilita infine il trasporto quando, per esempio, ci si sposta a bordo dei mezzi pubblici. Con il Bluetooth integrato si può connettere allo smartphone e ottenere in tempo reale informazioni quali la distanza percorsa, la velocità e il livello di carica della batteria.
I nostri colleghi Chistian Boscolo e Ivan Paparella hanno avuto modo di provarlo allo stand Archos come potete osservare nel video appena girato a Barcellona:

Dino del Vescovo

Laureato in Geologia, scrive su riviste di tecnologia e fotografia dal 2003. Giornalista professionista dal 2005, è oggi impegnato su tutte le pubblicazioni di Top Press di cui coordina il mensile Foto News. Si occupa inoltre di turismo dell'area balcanica (Belgrado è la sua seconda casa). Dorme poco e pensa molto.