Nanofixit

Nanofixit: addio proteggi schermo tradizionali

Proteggere il display del cellulare è diventata una necessità. I prezzi dei moderni smartphone sono elevati e la rottura dello schermo porta a riparazioni dal costo proibitivo. Meglio dunque munirsi di custodia e di un proteggi schermo adeguato.  Sì, ma quale scegliere?

I vantaggi di Nanofixit

Le pellicole tradizionali proteggono da urti e graffi ma per applicarle bisogna identificare quella adatta al proprio smarpthone (le misure dei display sono tante) e armarsi di pazienza per farle combaciare senza la comparsa di bolle. Nanofxit è invece un liquido che si applica con un panno, un prodotto universale che si adatta a qualsiasi schermo. Inoltre, laddove le pellicole proteggono solo dagli urti, Nanofixit elimina il 99% dei batteri e riduce le radiazioni emesse dal cellulare del 90%. In più è idrorepellente e oleofobico senza essere tossico.

Come funziona Nanofixit?

Il liquido protettivo di Nanofixit nasce da ricerche in ambito nanotecnologico con studi del vetro a livello molecolare. Il mix di nano-molecole di silicio organico e titanio antibatterico agisce sui micro-pori del vetro, aumentando al massimo la resistenza all’acqua e al grasso, agli urti e ai graffi, alle radiazioni ultraviolette e ai germi, rendendo i dispositivi elettronici più resistenti e sicuri. A differenza delle normali protezioni a base di etanolo, sostanza chimica altamente infiammabile. Nanofixit è completamente organico e quindi atossico e sicuro. Inoltre, non viene intaccata la vivacità dello schermo e la reattività del touchscreen. Il liquido si integra perfettamente con il vetro, esaltandone la trasparenza; la vivacità dei colori dello schermo ne risulta migliorata e le funzionalità touchscreen non vengono in alcun modo intaccate.

Volete saperne di più?

Per maggiori informazioni visitate il sito: www.nanofixititalia.com dove troverete anche le certificazioni e i prezzi.

Di seguito il video che abbiamo girato e che mostra, tra le altre cose, anche come applicare il prodotto.
(leggete comunque attentamente le istruzioni che trovate all’interno della confezione.)

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar

  • Daniele

    Ma siamo sicuri di tutto ciò?