Nasce l’Anti-Selfie Movement

Per ogni moda che nasce, un’anti-movimento dedicato emerge. Parliamo del recente fenomeno dell’autoscatto, detto più comunemente selfie tra i giovani e gli amanti degli inglesismi.

Dopo aver visto le fotocamere anteriori sugli smartphone superare i 13 Megapixel, app dedicate a migliorare i propri autoscatti e addirittura profumi con fotocamere inserite, nasce l’Anti-Selfie Movement, un movimento proveniente dagli Usa e presente anche nel nostro paese che si schiera contro l’ossessione di sovraesporsi sui social network. Presente su Facebook, Instagram e Twitter con foto di autoscatti “coperti”, la corrente di pensiero di denuncia sta raccogliendo sempre più consensi e viene sempre più seguita.


Su questa scia, anche le star di Hollywood si ribellano all’autoscatto: Leonardo di Caprio ha rifiutato di fare un selfie con alcuni fan nel giorno del suo compleanno, mentre, Kirsten Dust, ha addirittura girato un curiosissimo cortometraggio denominato “Aspirational” in cui viene ben descritto l’attuale binomio selfie-social network nell’odierna società. A seguire il video.
##BANNER_QUI##