Nuova multa a Tim e Vodafone per pratiche scorrette

Il Codacons, ente che coordina le Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, ha appena annunciato una nuova vittoria nei confronti di Telecom e Vodafone. I due operatori telefonici sono stati infatti multati rispettivamente di 400mila euro (Telecom) e 500mila euro (Vodafone). Le motivazioni alla base della multa risiedono nella trasformazione dei servizi di reperibilità quali “Lo sai” e “Chiamaora” da gratuiti a pagamento.

##BANNER_QUI##

“Lo scorso 21 luglio, tali servizi vennero trasformati a pagamento, ponendo a carico degli utenti l’onere di disabilitare funzioni prima gratuite” spiega il Presidente Carlo Rienzi “Denunciammo subito tale abuso all’Autorità per la concorrenza, sottolineando come fosse assurdo che due società decidessero in contemporanea di trasformare a pagamento servizi gratuiti”.

“Oggi l’Antitrust ha accolto la nostra richiesta, sanzionando i due gestori telefonici, ma non basta. Ora le due compagnie, a seguito dell’accertata scorrettezza delle pratiche poste in essere, dovranno rimborsare gli utenti riaccreditando su conti e schede prepagate le somme spese per i servizi di reperibilità” afferma Rienzi “Se ciò non accadrà, sarà inevitabile una class action contro i due operatori”.