Il Pentagono

Pokémon Go: il Pentagono mette l’app al bando

Non sarà una dichiarazione di guerra a Pokémon Go, ma quella fatta dal Pentagono gli assomiglia davvero tanto.  Il Dipartimento della Difesa Usa ha infatti chiesto che i suoi dipendenti evitino di scaricare il famoso gioco della Nintendo, almeno sugli smartphone aziendali. Il motivo? Questioni di sicurezza naturalmente.

E, aggiungiamo noi, non sarebbe proprio il massimo vedere militari rincorrere piccoli mostriciattoli per le basi, con il proprio smartphone. Gordon Trowbridge, numero due dell’ufficio stampa della Difesa americana, rincara la dose. “A parte le questioni di sicurezza, credo che i contribuenti preferiscano che i telefoni governativi vengano usati per affari governativi“.

Tuttavia, una voce trapelata parla della presenza di una “palestra Pokémon” nel cortile centrale del Pentagono. La domanda sulle veridicità di questo rumors è stata girata al portavoce Jeff Davis. Che se l’è cavata con diplomazia: “Mi dicono che c’è ancora una zona per allenarsi al centro della corte. Io non gioco, quindi dovrò girare la domanda ad altri”.