marriott
[easy-social-share buttons="facebook,whatsapp,twitter,mail,telegram" counters=0 style="icon" bottombar="yes" only_mobile="yes" fullwidth="yes" column="yes" columns="5" template="metro-retina"]

Marriott, alberghi sempre più social. Il pulsante Like negli hotel

Se le recensioni non bastano o sono poco credibili, ci pensano i pulsanti Like a migliorare la reputazione degli hotel Marriott. Quella che caratterizza il settore alberghiero è infatti una concorrenza senza esclusione di colpi. Dovuta anche all’ingresso di nuovi player sul mercato, Airbnb su tutti.
Siti web indipendenti come Tripadvisor e Zoover mettono a disposizione dei clienti informazioni sul livello qualitativo delle strutture ricettive attraverso recensioni più o meno veritiere.
Per andare oltre, gli alberghi della catena americana Marriott stanno adottando nuovi strumenti. L’M Beta, hotel da 446 camere della città di Charlotte, nel Carolina del Nord, ha posizionato in più parti della struttura pulsanti fisici Like che i clienti possono premere per esprimere gradimento in merito ai servizi e al trattamento ricevuti (ristorazione, pulizia degli alloggi, parcheggio e via dicendo).
I pulsanti hanno diametro di qualche centimetro e, se premuti, danno alla direzione un feedback immediato sulla percezione dell’hotel. L’idea sarà a breve riproposta in altri hotel dello stesso circuito e non è escluso che anche altre catene come l’Hyatt si adeguino personalizzandone il format. Strategie nuove che cavalcano l’onda social del momento.

Postato in NewsTaggato [easy-social-share buttons="facebook,twitter,google,pinterest,linkedin" counters=0 style="button" hide_mobile="yes"]

Dino del Vescovo

Laureato in Geologia, scrive su riviste di tecnologia e fotografia dal 2003. Giornalista professionista dal 2005, è oggi impegnato su tutte le pubblicazioni di Top Press di cui coordina il mensile Foto News. Si occupa inoltre di turismo dell'area balcanica (Belgrado è la sua seconda casa). Dorme poco e pensa molto.