Quattro tendenze del mercato smartphone

Sono quattro le tendenze che hanno spinto le vendite degli smartphone nel corso del 2014. La ricerca è stata fatta dalla società Gfk e fornisce numerosi e importanti dettagli per capire come si sta evolvendo il mercato mobile. Scopriamo insieme i quattro punti salienti.

Schermi più grandi

L’aumento delle vendite globali di dispositivi mobili con display da oltre 5 pollici è passato dal +32% del primo trimestre del 2014 all’attuale +47% dello stesso periodo del 2015. Con i suoi oltre 1.3 miliardi di abitanti, la Cina continua ad essere il mercato di riferimento e quello con il balzo in avanti più rilevante: dal +32% si è passati al +57%. Tanti i modelli apprezzati in Oriente: Xiaomi e Huawei sono stati due dei produttori “chiave” ma i nuovi iPhone 6 hanno avuto sicuramente un impatto più decisivo nelle statistiche.

L’ascesa del 4G

Se gli operatori mobili hanno spinto l’acceleratore sulla diffusione delle connessioni dati veloci 4G LTE, i produttori non sono stati da meno. Non solo modelli di fascia alta, sul mercato ora si trovano anche modelli da 150/200 euro in grado di agganciare le reti veloci. Attualmente, i dispositivi abilitati al 4G hanno superato il 50% degli smartphone presenti sul mercato ed è previsto un aumento di altri 9 punti percentuali entro il quarto trimestre del 2015.

Dispositivi mobili economici

Crescono le vendite dei dispositivi mobili di fascia bassa, ovvero quelli al di sotto dei 250 dollari: dal quarto trimestre del 2014 al primo del 2015, l’incremento è stato del 4% passando dal 52% al 56%. Stabili i dispositivi di fascia media (250-500 dollari) mentre leggermente in calo quelli di fascia alta. La tendenza è stata registrata sopratutto dai consumatori dei mercati emergenti come India e Indonesia.

Mercati emergenti

Se l’Europa è ormai un mercato saturo con la domanda dei consumatori francesi e spagnoli addirittura in calo, crescono a dismisura le vendite degli smartphone nei paesi emergenti per sostituire i feature phone: dal 2014 al 2015 l’America Latina ha fatto registrare un +13%, il Medio Oriente e l’Africa +29% e il Sud-Est asiatico (esclusa la Cina) il valore più alto con un aumento del 33%.

Nel 2014 le vendite complessive sono state ben 1.2 miliardi con un trend che non sembra fermarsi neanche per questo 2015 messo in risalto da un bel +7% nei primi tre mesi dell’anno. Smartphone inarrestabili? le battute d’arresto ci saranno ma non ora.

##BANNER_QUI##