Radar: l’app anti suicidio

Dalla fondazione londinese Samaritans arriva “Radar”, la prima app in grado di monitorare i tweet dei nostri amici per individuare delle loro possibili tendenze suicide e poterne quindi sventare l’atto.
##BANNER_QUI##
Frasi come “Sono depresso”, “Ho bisogno di aiuto” e molte altre saranno analizzate e inviate tramite e-mail all’utente che ha scaricato l’app trasformandolo di fatto in un “buon samaritano”, incaricato di aiutare l’amico in difficoltà in qualsiasi modo.

L’idea del’app è nata dopo i risultati di una ricerca americana che ha trovato un nesso tra i tweet suicidi e i suicidi effettivamente compiuti. Queste infine le parole di Joe Ferns, direttore executive di Samaritans: “Siamo a conoscenza che le persone affette da depressione ricorrono spesso a Internet come primo supporto, ma c’e’ ancora molto da imparare sul motivo per cui questo avvenga”