Regin, il malware spione

La nota società di sicurezza Symantec ha scoperto negli ultimi mesi un nuovo virus ribattezzato “Regin”. Nulla di strano se non fosse che quest’ultimo sia uno dei malware più radicati di sempre e sia in grado di rubare e ritrasmettere informazioni private da Pc e server di tutto il mondo. Ancor più grave è la presenza di Regin nel mondo informatico, all’opera da oltre 6 anni.

Stando all’azienda, le informazioni rubate sarebbero di ogni tipo: siti governativi, gestori telefonici, compagnie aree e hotel oltre che dati sanitari e bancari di molti utenti. Il malware non sembra però essere una cosa da nulla, la struttura è parecchio complessa e Symantec è praticamente certa che i creatori di Regin non siano semplici cracker ma sviluppatori preparati provenienti da agenzie di intelligence dotate di molto capitale.

Antonio Forzieri, informatico ed esperto di Symantec, denuncia così il tutto: “Non ci sono prove sufficienti per dire chi sia a capo di tutto ciò. Non lo sappiamo, ma verosimilmente si tratta di un ente governativo che ha tempo e denaro, con una struttura di livello” aggiungendo che: “Con la possibilità di spendere si possono comprare tutti gli antivirus presenti sul mercato e testarli uno a uno fino ad arrivare a non far scoprire il virus che ho programmato”
##BANNER_QUI##
Insomma, una caso informatico degno di nota che ora ha preso forma e va approfondito da chi di dovere: “Quello che sta succedendo oggi è quello che spesso si pensa possa accadere solamente nei film. Invece è pura realtà. Va capito quanto interessi ai governi dotarsi di strutture in grado di affrontare attacchi tecnologici sferrati da altre nazioni nel mondo. Sono pochi quelli che si preoccupano, molti hanno una visione ancora miope del problema”

Se siete interessanti al mondo della telefonia raggiungeteci sui nostri canali social per rimanere sempre aggiornati Facebook | Twitter