Cambia l'algoritmo di ricerca di Google
[easy-social-share buttons="facebook,whatsapp,twitter,mail,telegram" counters=0 style="icon" bottombar="yes" only_mobile="yes" fullwidth="yes" column="yes" columns="5" template="metro-retina"]

Ricerche su Google: cambiano a favore del Mobile

Che il mondo mobile, su Internet, stia assumento sempre più importanza è un dato che conosciamo da tempo. Non sorprende dunque che anche un colosso come Google si adegui ai nuovi trend.

Big G si appresta a un cambiamento radicale nell’algoritmo responsabile delle ricerche degli utenti. Presto, infatti, le ricerche effettuate da dispositivo mobile saranno gestite in modo separato rispetto a quelle fatte da desktop. In pratica le pagine “mobile friendly” saranno ottimizzate per essere lette su smartphone e tablet.

Ma la vera novità è che l’indicizzazione “mobile” sarà la primaria e prioritaria rispetto alle altre ricerche.

Il cambio di algoritmo sposterà molte dinamiche nel web. Il più grande portale di ricerca darà infatti la precedenza e considererà con maggiore punteggio i siti meglio scritti per essere consultati in mobilità. Da tempo, ad esempio, Google ha lanciato le pagine AMP. È l’acronimo di Accelerated Mobile Pages, pagine che vengono caricate da smartphone e tablet per la lettura in poco più di un secondo.

Al contrario, i siti che non dispongono di apposita versione mobile verranno penalizzati anche nel ranking.

ma c’è di più. Google ha dichiarato pubblicamente che il vecchio indice dedicato ai desktop resterà online, ma non sarà aggiornato con la stessa frequenza. Ciò significa che avremo ricerche più fresche e “up-to-date” dal nostro smartphone.