Samsung Galaxy S8: Recensione di Cellulare Magazine

Il Samsung Galaxy S8 è lo smartphone Android più bello e innovativo del 2017. Il punto di riferimento per tutti i telefoni con la piattaforma di Google. L’innovazione, la ricerca e lo sviluppo confluiti in questo modello si notano non appena lo si tiene fra le mani per pochi minuti. Il display Infinity è uno spettacolo per definizione e superficie utilizzabile, ma anche per l’indubbio fascino conferitogli dalla doppia curvatura del pannello. Il processore eroga sempre la giusta potenza in ogni situazione, i materiali sono al top (vetro – tanto – e metallo), l’interfaccia è più snella e semplice da utilizzare. Tutto l’Os è alleggerito dalle app che un tempo rimanevano sul desktop inutilizzate ma gravavano sulla memoria del telefono.

Tutto ciò permette al Galaxy S8 di allungare in modo deciso le distanze che già separavano l’S7 dagli altri smartphone Android e di offrire un’esperienza d’uso ai massimi livelli.

A fronte di tanta tecnologia c’è un prezzo di vendita alto: lo scotto da pagare per mettersi in tasca questo top di gamma. .

 

 

Samsung Galaxy S8: Infinity display

Inutile dire che il display Infinity sia una delle novità di maggior pregio, ma anche quella immediatamente avvertibile. Il pannello si presenta con una diagonale di 146,5 millimetri se si considera l’intera superficie del display (5,8 pollici) o di 143,3 millimetri se non si tengono in considerazione gli angoli stondati (5.6 pollici). Scrivere, navigare in Internet, gestire la posta elettronica o utilizzare le differenti app è un piacere su questo schermo, la cui risoluzione è modulabile e impostata di default sui 2.960×1.440 pixel. Anche la modalità always-on, che fornisce informazioni quando lo schermo è nero e in stand-by, è stata migliorata e appare più luminosa e ordinata. Ora si adatta anche alle condizioni di luminosità ambientale e non infastidisce se la si lascia attiva di notte (anzi, si ottiene in tal modo un’utile funzione sveglia). In più consuma davvero poco. L’unico “contro” dell’avere un display così ampio e privo di cornici, è che il lettore di impronte digitali, prima integrato nel tastone centrale, è stato ora rimosso, e spostato sul retro del dispositivo. Ciò porta con sé due conseguenze negative: l’accesso al sensore è più complicato e meno intuitivo (prima bastava appoggiare il polpastrello sopra al pulsante anche mentre il cellulare era appoggiato sul tavolo; ora è sempre necessario impugnare il dispositivo); inoltre l’area del fingerprint si trova proprio alla destra dell’obiet- tivo della fotocamera e non è difficile appoggiandoci sopra il dito strisciare e sporcare il vetro adiacente.

Confezione, design e qualità costruttiva

Galaxy S8 è resistente ad acqua 
e polvere con certificazione IP68 
e il display è protetto da vetro Gorilla Glass. Lo schermo Infinity (che mantiene i doppi bordi curvi) offre un’area operativa molto ampia e, dopo qualche ora di utilizzo, non si sente certo la mancanza del tasto meccanico centrale, ora scomparso. L’assemblaggio è solido, i materiali di prima scelta.
Attenzione solo alle cadute….

Display

Il pannello è un dual edge Super Amoled, con risoluzione di 1.440×2.960 pixel (Quad HD+).
 La dimensione del display è di 
5,8 pollici considerando l’intera superficie (inclusi gli angoli stondati) e di 5,6 pollici se non si considera la superficie disponibile sugli angoli.

Nel complesso, digitare, leggere e lavorare su un display così è una bella esperienza.

Fotocamera

La sezione imaging è uno dei punti forti di questo Galaxy S8: in realtà, da un punto di vista tecnico l’architettura della fotocamera da 12 Megapixel ricalca da vicino quella del predecessore S7. Ma nella pratica, gli scatti – già allora di ottimo livello – risultano ancora migliori. D’altra parte l’hardware che gestisce la fotocamera è diverso e appare nettamente evoluto. Colori vivaci, messa a fuoco sicura, obiettivo luminoso (f/1.7) e assenza di latenza di scatto sono le caratteristiche più gradite. Anche i video eccellono: non solo per la possibilità di riprendere in 4K ma per l’ottima stabilizzazione ottica.
Potrete riprendere camminando e quasi non vi accorgerete di alcun barcollio.

Audio e ricezione

Se proprio vogliamo trovare qualche difetto a uno smartphone che rasenta la perfezione, questo
 è nell’audio di conversazione,
 non sempre particolarmente 
fedele nell’acustica. Sul fronte multimediale ci sono le cuffie firmate da Akg (marchio di Harman) e un vivavoce monofonico nella parte inferiore della scocca che assicura buone conversazioni se non ci sono troppi rumori di fondo.

Batteria

In mancanza di nuove tecnologie di batteria che sconvolgano il panorama dei dispositivi elettronici, l’unica arma in mano ai produttori è quella di sviluppare la massima efficienza energetica. In questo, Galaxy S8 merita la promozione: si arriva a sera utilizzando tutto, ma proprio tutto il suo parco funzioni, senza risparmarsi nulla.

Prestazioni

Stupisce positivamente non tanto la potenza bruta o la ricchezza
 di specifiche tecniche ma il sapiente ed equilibrato mix con il quale le due variabili sono state integrate. Lo smartphone è veloce in ogni situazione, l’Os è stato notevolmente ripulito da app o funzioni poco utilizzate e la nuova TouchWiz è pratica e snella.

Il Samsung Galaxy S8 è mosso da un processore Exynos 8895, made in Samsung, e coadiuvato da 4 GB di Ram e 64 GB di storage. Si tratta di una Cpu realizzata con architettura a 10 nanometri dove “10 nm” indica la dimensione media del gate di ogni singolo transistor. Per avere un’idea di cosa voglia dire “10 nm” basti pensare che il virus dell’HIV è grande circa 120 nm, un globulo rosso umano circa 6000-8000 nm e un capello quasi 80000 nm (fonte Wikipedia).
 I vantaggi dell’architettura a 10 nm vanno dal miglioramento della resa produttiva con conseguente abbattimento dei costi a una migliore efficienza energetica con diminuzione del calore. E di calore, l’S8 ne sviluppa davvero poco quando si effettua una telefonata o si spreme il processore con più funzioni aperate nello stesso momento.

 

OFFERTE A TEMPO AMAZON: NON PERDERE L’OCCASIONE

http://amzn.to/2jFHZ9A

Il giudizio di Cellulare Magazine: Galaxy S8

Il complesso formato dal piacevole design, dalla bellezza del suo schermo e dalla potenza delle sue prestazioni permette di considerare il Galaxy S8 come un telefono divertente, affidabile e completo. Molte delle sue caratteristiche tecniche sono originali ed inedite e non si trovano su altri modelli Android. Il lavoro di personalizzazione del software, purché leggero, appare azzeccato e ben realizzato. La fotocamera di Samsung Galaxy S8 restituisce scatti di alto livello e la batteria non lascia mai per strada anche durante le giornate più complesse. Unica nota negativa, se vogliamo, riguarda Bixby, il nuovo assistente personale di Samsung su cui la casa coreana ha puntato molto anche in fase di comunicazione. Tuttavia, al momento, la vera intelligenza artificiale per cui Bixby è stato pensato funziona appieno solo in Corea e in maniera più ridotta (fase beta) in lingua inglese.

In Italia si limita a qualche funzione di memo di cui davvero non si sentiva la mancanza.
Speriamo che Samsung risolva il problema (prettamente linguistico) e metta a disposizione anche dei consumatori italiani il vero Bixby.

PRO

  • Display Infinity eccellente per qualità grafica e superficie utile.
  • La fotocamera offre scatti perfetti.
  • Processore reattivo.

CONTRO

  • L’assistente vocale Bixby è al momento poco utile.
  • Prezzo elevato.
  • Il sensore delle impronte digitali sul retro è scomodo da raggiungere.

9,5 Voto Finale