Samsung in affanno: profitti in calo

Battuta d’arresto per Samsung. Proprio nelle ultime ore sono arrivati i risultati finanziari del produttore coreano, in netto calo rispetto allo stesso trimestre del 2013.
##BANNER_QUI##
La divisione mobile di Samsung, rappresentante i due terzi delle entrate totali, ha fatto segnare un utile operativo di 4,31 miliardi di dollari, in calo del 31% rispetto al Q2 2013. Colpa delle vendite, scese del 20%. In generale poi, l’utile operativo totale di Samsung è stato pari a 6,99 miliardi di dollari: strettamente dipendente dalla vendita di tablet e smartphone nonostante l’ampio portafoglio prodotti dell’azienda che abbraccia i maggiori campi dell’hi-tech.


Nonostante i buoni riscontri di vendita del Galaxy S5 che fino a maggio ha venduto 11 milioni di unità, la concorrenza dei cellulari cinesi avanza e fa paura. Xiaomi, Huawei e Lenovo sono in forte ascesa e il market share di Samsung è sceso del 7% fermandosi al 25% del totale. In pratica, nel 2013 un telefono su 3 era Samsung, ora solo 1 su 4.

Queste infine le parole della società riguardo alle strategie future:
Ci concentreremo su nuovi dispositivi mobili premium, e di un nuovo modello di punta nella categoria dei dispositivi con grande schermo, insieme a nuovi modelli per coprire le fasce medie e basse con caratteristiche più avanzate e prezzi competitivi”. Inoltre “Punteremo su un portafoglio di prodotti più diversificato”, allusione che probabilmente indica l’arrivo di nuovi dispositivi indossabili.




Se siete interessanti al mondo della telefonia raggiungeteci sui nostri canal social per rimanere sempre aggiornati Facebook | Twitter