sex toys

Sex toys e smart sex: il sesso nell’era degli smartphone – La guida di Cellulare Magazine

La tecnologia fa strada a nuovi strumenti del piacere e inaugura l’era del sesso smart e dei sex toys. I giocattoli sessuali di ultima generazione, o sex toys come l’espressione anglosassone li definisce, sfruttano app e moduli Bluetooth o Wi-Fi per connettersi al telefono o allo smartwatch e farci scoprire modi insoliti di vivere la sessualità, da soli, in coppia o in gruppo. I sex toys diventano smart abbattendo distanze e tabù. Sono colorati, tecnologici e sempre più raffinati.

Anche a ritmo di musica e senza limitazioni geografiche. Le più recenti trovate, complici le potenzialità di Internet, annullano le distanze consentendo a due o più partner di trarre piacere anche da un capo all’altro 
del mondo.

Per quanto controversi e oggetto di critica da parte di alcuni psicologi, i sex toys ad alta tecnologia costituiscono un settore di mercato in grande espansione. Le nuove collezioni si arricchiscono di prodotti dal design originale e ricercato. Per nulla volgare, questo è distante da quello tradizionale e démodé che voleva gli stimolatori simili nell’aspetto ai particolari anatomici cui si ispiravano. Questo nuovo approccio accelera la diffusione e ne cambia radicalmente la percezione: gli smart sex toys si svestono di ogni tabù e puntano al mercato di massa. Forme e colori degli oggetti che descriviamo in queste pagine rendono bene l’idea. La fantasia di ingegneri e designer del settore sembra non avere più limiti. E, a quanto pare, neanche quella di chi poi li utilizza, indipendentemente dal sesso e dall’età.

Sex toys per lei e per lui

La domanda di “giocattoli smart” si concentra su trend tanto definiti quanto stravaganti e nasce dalla ricerca di piacere terreno da parte di ambo i sessi. Se l’uso dei sex toys da parte delle donne è già diffuso soprattutto nei Paesi di cultura più liberale, è la forte richiesta degli uomini a sorprendere e ad alimentare l’industria del sesso hi-tech. Questa risponde in tempi brevi e riserva all’universo maschile soluzioni sempre più accattivanti. Massaggiatori prostatici e anelli da applicare all’organo sessuale hanno determinato negli anni un forte incremento nel volume di affari, a livello globale, delle aziende che li producono.
Strettamente connesso al mondo della tecnologia, l’universo dei giocattoli per il piacere cresce e cambia di pari passo con esso. Ed ecco che dai semplici vibratori a singola funzione e rumorosi come un trattore in miniatura, si è passati, nell’arco di pochi anni, a eleganti oggetti di design, discreti, silenziosi e più di recente connessi con lo smartphone Android o iOS.

Sex toys per la coppia

Prima di farsi assalire da facili entusiasmi e procedere con l’acquisto del più recente giocattolino hi-tech, è bene fare alcune considerazioni. «Se l’acquisto riguarda non il singolo individuo ma la coppia – afferma Monica Cappello, psicologa e consulente in sessuologia clinica di Torino – è importante che l’uso dello stimolatore sia accettato da entrambi i partner e che non vi sia costrizione da parte di uno nei confronti dell’altro. È fondamentale inoltre considerare il sex
toys un modo per ravvivare 
il rapporto di coppia e non un’ossessione o, ancora più grave, l’unica via possibile per raggiungere il piacere.
 I sex toys possono essere anche visti come coadiuvanti, come aiuto nella cura di problemi sessuali, singoli o di coppia. Oggi gli stimolatori – conclude la dr.ssa Cappello – sono consigliati da psicologi e sessuologi alle donne che accusano disturbi della sfera sessuale e hanno difficoltà a raggiungere l’orgasmo. L’uso dei giocattoli hi-tech in modo sano e cosciente può essere utile ma anche divertente».

I migliori sex toys

La connessione di un qualsiasi strumento del piacere con lo smartphone sfruttando le tecnologie Bluetooth o Wi-Fi, presuppone che si scarichi e si installi l’app dedicata.
Da questo punto di vista, le case produttrici compiono sforzi notevoli per sviluppare applicazioni che regalino un’esperienza d’uso gratificante. Progettare il solo hardware, per quanto importante, non è più sufficiente. Citiamo qui le quattro aziende che più delle altre stanno alimentando il mercato globale dei sex toys: Lovense, Ohmibod, PicoBong e We-Vibe.

Lovesense

Azienda nata nel 2010, è stata una delle prime a credere nelle potenzialità della Rete
 e nel sesso da praticare a distanza attraverso il controllo incrociato, mediante smartphone, di più sex
toys. Ha quattro prodotti a catalogo: Nora e Max, pur assolvendo il loro dovere se usati in modalità stand-alone, sono specifici per il piacere di coppia sfruttando l’app Lovense Body Chat. Lush e Hush rientrano invece nella categoria degli indossabili (weareble sex). Per il benessere di lei
 e di lui, si connettono allo smartphone mediante l’app Lovense Wearables.

OhMibod

Nel 2006 inventò il vibratore da connettere all’iPod. L’azienda con sede nel New Hampshire (Usa) ha investito molto nei sex toys ad alto contenuto tecnologico. 
Oggi vanta un ricco catalogo e diverse linee di prodotti: blueMotion, Aneros e Sliquid solo per citare degli esempi. Alla linea Lovelife appartiene uno dei prodotti più apprezzati, dedicato allo smartphone. Nella loro categoria hanno ottenuto un riconoscimento di merito al Ces di Las Vegas del 2016. Procurano piacere ma anche benessere al corpo della donna. Molto apprezzati sono anche i vibratori smart della linea blueMotion.

Picobong

Vanta sex toys colorati, divertenti, un po’ umoristici
 e alla portata di tutti. PicoBong (picobong.com) è la divisione hi-tech di Lelo, casa svedese nota per la qualità, 
il design e la raffinatezza dei suoi costosissimi “giocattoli erotici”. PicoBong ha concentrato
 la sua attenzione sulla
 qualità dei materiali e la vivacità estetica dei suoi prodotti abbandonando 
il design stereotipato del settore. I giocattoli smart 
che attualmente fanno
 parte della sua collezione sono quattro (Surfer, Diver, Lifeguard e Blowhole). Pensati per il piacere di lui e di lei, possono essere usati in coppia, durante il rapporto, o quando si è da soli fuori casa. Una cena a lume di candela, un giro in centro per fare shopping o un caffé al bar possono trasformarsi in occasioni eccitanti per esplorarne le funzioni. L’app “remoji” per Android e iOS, alla base del funzionamento dei quattro sex toys a catalogo della compagnia svedese PicoBong (controllata da Lelo); è allegra e divertente. Sviluppata per il controllo remoto delle stimolazioni fisiche, conferma 
la volontа del produttore di abbandonare definitivamente lo stile grafico infarcito di simboli e messaggi allusivi che fino a poco tempo fa caratterizzava la comunicazione di qualsiasi giocattolo erotico. Esplicativa la frase di presentazione di PicoBong su Google Play:
 “PicoBong non è soltanto un’azienda specializzata in sex toys, ma votata al miglioramento dell’esperienza di vita”.

We-Vibe

Fondata dai canadesi Bruce e Melody Murison, è fra le aziende leader, per pezzi venduti, nel settore dei sex toys da usare in coppia o in solitaria. Gli ingegneri We-Vibe lavorano a stretto contatto con sessuologi e dottori per sviluppare e produrre articoli che agiscano in perfetta sintonia con il corpo umano. Il tutto, senza trascurare l’aspetto della sicurezza e salute di chi ne usufruisce. Fra i suoi cavalli di battaglia vi è il Classic, sex toy per lei venduto insieme a un pratico e discreto astuccio e a un piccolo telecomando. Il Bluetooth integrato lo connette allo samrtphone per regalare momenti di puro relax. Sono circa 2 milioni le persone nel mondo che adoperano i prodotti firmati We-Vibe.

Diversi tipi di sex toys

Amazon è lo store sul quale ci si può maggiormente sbizzarrire per soddisfare le proprie fantasie erotiche. Un catalogo completo e a portata di mano, aperto 24 ore su 24, discreto e originale. Basta digitare la parola “sex toys” nella barra di ricerca per esplorare le 50 (e oltre) sfumature di grigio che vi attenderanno.