Cellulari: ecco chi vende di pi¨

A cura della redazione 26 ottobre 2007

Pubblicati i dati di vendita aggiornati dei cinque principali produttori di telefonini: unitÓ e quote in aumento

Sono sostanzialmente stabili le posizioni dei primi cinque produttori di telefonini, ma con importanti incrementi delle vendite rispetto al trimestre precedente. ╚ quanto emerge dai dati di iSuppli.

Nokia rimane stabile al primo posto: circa 111,7 milioni di unitÓ distribuite e quota di mercato che sale dal 37,9% al 39,5 per cento nel terzo trimestre del 2007.

Anche Samsung migliora di un punto percentuale, passando dal 14,1 al 15,1 per cento e vendendo 42,6 milioni di telefonini. Al terzo posto Ŕ stabile Motorola dopo avere ceduto il passo a Samsung. Le vendite (previste) per il terzo trimestre di quest'anno sono pari a 36,5 milioni di dispositivi, con una quota di mercato in contrazione dal 13,3% all'attuale 12,9%.

Sony Ericsson ha distribuito 25,9 milioni di unitÓ, stabilizzando il proprio peso sul 9,2%, e LG (quinta) con i suoi 21,9 milioni di cellulari venduti controlla il 7,7 per cento del mercato. Gli altri produttori hanno immesso circa 44,4 milioni di apparecchi che nel complesso rappresentano il 15,7 per cento del totale. Tutti i cinque principali produttori hanno ottenuto guadagni passando dal secondo al terzo trimestre in fatto di unitÓ vendute: si pensi che gli apparecchi distribuiti complessivamente Ŕ passato da 266 milioni a 283 milioni.


comments powered by Disqus

Come iscriversi alla newsletter

Dopo aver compilato i campi sottostanti, pena la mancata sottoscrizione al servizio, apponete il segno di spunta sulla casella "Accetto" e premete il pulsante "Invia".

Una e-mail verrà recapitata all'indirizzo specificato.

Per completare il processo di iscrizione sarà sufficiente cliccare sul link di conferma che troverete nella e-mail ricevuta.

 

FM

 

*: Campi obbligatori

In osservanza al D.lgs 196 del 2003, si informa che i dati forniti saranno utilizzati nel pieno rispetto della normativa di legge. I dati non saranno comunicati a terzi soggetti, non saranno diffusi né trasmessi all'estero.

Accetto

clicca qui