Smartphone: una questione di dimensioni

Si è fatto un gran parlare in questi ultimi giorni delle dimensioni degli smartphone, cercando magari di capire quale potrebbe essere quella perfetta o ideale. Certo, parlare di dimensioni fa sempre sorridere, quindi se avete qualcosa contro le risate non leggete oltre. Non ci credete? E allora rispondete a questa domanda: È più importante avere uno smartphone grosso o saperlo usare? (visto che avete riso?).

Scherzi a parte l’evoluzione in termini di dimensioni e sotto gli occhi tutti. Dal glorioso Motorola DynaTac (1973), difficile da sorreggere con una sola mano, siamo passati al minuscolo StarTac (sempre di Motorola) alle linee minuscole e super sottili della “Ultra” di Sasmung. L’avvento del touch ha poi sparigliato le carte non solo nelle gerarchie della telefonia ma anche nelle dimensioni dei telefoni che, per la verità, hanno dovuto adattarsi a quelle dei display. Oggi è ormai un’impresa trovare un telefono con uno schermo al di sotto dei 4 pollici e perfino Apple ha “allargato” come non mai la sua area touchscreen.

E domani cosa succederà? Sarà ancora importante averlo grosso? (ops!).

Postato in Senza categoria

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar