Sony: trimeste finanziario da incubo

Brutte notizie in casa Sony. I risultati del secondo trimestre fiscale hanno infatti registrato delle perdite nette pari a 973 milioni, praticamente tutte provenienti dalla sezione Mobile.

Nonostante infatti la bontà della gamma Xperia Z2 e Xperia Z3 che non ha nulla da invidiare a quella di altri produttori, le perdite nette della divisione sono state pari a 1.23 miliardi di euro e le stime per il futuro ulteriormente ribassate. Inutile dire che in questa situazione Kunimasa Suzuki, Ceo della sezione Mobile, ha perso il posto in favore del subentrante Hiroki Totoki.

Se Sony fatica a vendere smartphone e tablet, la situazione non migliora sul fronte “Imaging” (videocamere, fotocamere, obbiettivi) e “Home Enterainement”: le rispettive perdite sono state infatti di 159 e 58 milioni.

A portare avanti l’azienda è invece la sezione “Devices”, comprendente tutti gli accessori e componenti di ricambio e in grado di portare nelle casse 215 milioni di euro. Non deludono neanche la divisione “Music”, con 86 milioni di introiti e la “Financial Services” che registra 347 milioni netti.

Insomma, un quadro finanzio piuttosto preoccupante che ci auguriamo possa essere risolto al più presto vista la qualità dei prodotti Sony.
##BANNER_QUI##