Swatch annuncia il suo smartwatch, anzi no

Dopo diversi anni di rumors e indiscrezioni, la casa svizzera Swatch ha annunciato Bellamy, il suo primo smartwatch con cui entra ufficialmente nel settore hi-tech. In realtà, non sarà un orologio intelligente a 360 gradi, ma un tradizionale orologio da polso con la possibilità di pagare in maniera semplice e veloce avvicinando il polso a un Pos abilitato. La tecnologia utilizzata sarà quella NFC mentre il debutto è previsto inizialmente in Cina nel gennaio 2016 grazie alla collaborazione con China Union Pay e Back Of Communications. In seguito, Bellamy farà il suo esordio negli USA, in Svizzera e in Brasile grazie alla partnership con Visa.

Disponibile in quattro diversi colori, non sarà acquistabile presso i negozi fisici ma solamente nelle filiali della Bank of Communications, un fattore che andrà a influire negativamente sulla diffusione in larga scala. Stando poi a quanto dichiarato dall’amministratore delegato di Shiw, Nick Hayek, l’orologio avrà un prezzo inferiore ai 100 dollari e un’autonomia superiore a quella degli smartwatch disponibili.

La strategia messa in atto da Swatch è stata molto prudente. Analisti e addetti al settore da tempo aspettavano un concorrente diretto dell’Apple Watch o della serie Gear di Samsung, concorrente che andrà solamente a competere nel settore dei pagamenti mobile, naturale evoluzione delle carte di credito.

##BANNER_QUI##