Tariffe mobile: ecco come sono cambiate

Quanto può cambiare il mercato delle tariffe per la telefonia mobile in un anno? Molto a giudicare da un’analisi effettuata sui principali pacchetti che offrono chiamate, SMS e traffico dati inclusi nel canone mensile. L’osservatorio ha messo a confronto costi e promozioni delle tariffe offerte nel 2013 con quelle commercializzate oggi. Il risultato mostra un calo delle promozioni  per la portabilità del numero ma anche una diminuzione dei canoni medi delle tariffe, dato comunque vantaggioso nel lungo periodo per chi decide di cambiare gestore. Aumentano, inoltre, le promozioni per i vecchi clienti e i GB di navigazione in mobilità.

L’analisi è stata condotta suddividendo le tariffe in base ai minuti offerti con l’abbonamento o ricaricabile in modo da isolare quattro tipologie di offerte adatte ad altrettanti ipotetici consumatori: profilo basso ( 0 –  300 minuti), profilo medio basso (301 – 1000 minuti di chiamate), profilo alto (1001 – 3000 minuti di chiamate), profilo intensivo (chiamate illimitate). Il risultato è riassunto nella  seguente tabelle:

Il numero delle offerte disponibili fino a 300 minuti inclusi è aumentato dell’11% rispetto all’anno scorso. Per questa tipologia la media dei canoni mensili fuori promozione è diminuita del 17%, infatti se nel 2013 si doveva pagare in media poco più di 26 euro, oggi il costo è sceso a 21 euro circa. Inoltre sono aumentati i GB inclusi nelle offerte: a maggio del 2013 i gestori offrivano mediamente quasi 2 GB per navigare, mentre oggi si hanno a disposizione circa  2,5 GB di traffico. Per quanto riguarda le promozioni, quelle riservate alla portabilità del numero sono diminuite a favore di un allargamento dello sconto sul canone anche ai vecchi clienti, come più o meno in tutte e quattro le tipologie di offerte del 2014 analizzate. Per i nuovi clienti tuttavia esistono altre tipologie di promozioni come lo sconto o l’azzeramento del costo di attivazione della tariffa.
##BANNER_QUI##
“Da questo osservatorio – afferma Alberto Mazzetti, Amministratore delegato e cofondatore di SosTariffe.it – si nota quanto il mercato delle offerte per la telefonia mobile si stia aprendo alle esigenze dei consumatori che sempre più utilizzano lo smartphone per chiamare e navigare: cambiare operatore non è mai stato conveniente come oggi, soprattutto se si ha sottoscritto un’offerta del 2013. Chi decide oggi di passare a un altro gestore per la telefonia mobile può sottoscrivere un’offerta con un canone più basso rispetto al 2013 e con GB di traffico dati maggiore”.