Tim, Vodafone e Wind: si pagherà ogni 28 giorni


Ennesima trovata degli operatori telefonici.
Dopo le rimodulazioni a sorpresa delle tariffe, i servizi a pagamento non richiesti e l’ultima vicenda portata in tribunale dall’Antitrust riguardante gli abbonamenti attivabili dai banner pubblicitari, arriva una triste novità per i piani ricaricabili. Non si pagherà più ogni mese ma bensì ogni quattro settimane, 28 giorni ad essere precisi.

La beffa è nei numeri: ogni mese andremo a pagare 2-3 giorni in anticipo rispetto alla normale scadenza procurando un aumento annuale in bolletta dell’8%. Una vera e propria 13esima che gli operatori hanno deciso di intascarsi dal nulla. Se per 3 Italia non è una novità, Tim, Vodafone e Wind hanno di recente cambiato le condizioni delle nuove tariffe per rendere il tutto ufficiale. Non solo, TIM è riuscita a fare di meglio cambiando le condizioni contrattuali di tutti i piani, anche delle vecchie offerte ricaricabili che, ovviamente, potranno essere rescissi in maniera totalmente gratuita.

Wind e TIM si sono espresse a riguardo specificando che il processo rientra in un opera di “semplificazione e di maggiore trasparenza per gli utenti nella gestione dei rinnovi” mentre per Marco Pierani, responsabile rapporti istituzionali di Altroconsumo, “Queste rimodulazioni le fanno sempre in piena estate, quando forse c’è meno attenzione da parte degli utenti”.

##BANNER_QUI##