Tim Young Junior: esiste un limite al marketing?

Ieri sera mi è capitato di vedere in televisione il nuovo spot di Tim dedicato agli utenti Junior. Niente di particolare, intendiamoci, ma vedere nello spot dei bambini (l’offerta è dedicata ai minori di 12 anni) a cui i genitori “passano” smartphone e relativa nuova tariffa come fossero un biscotto fatto in casa, mi ha fatto una certa impressione. Mi spiego meglio.

Non sono un bacchettone e mi rendo conto che i bambini sono da tempo tra i target preferiti della pubblicità ma qui il discorso è leggermente diverso. Un conto è corteggiarli con dolci, giocattoli e vestitini, un altro è comunicare che a quell’età debbano per forza avere il telefono. Non sono contrario a priori (anzi, sul tema sono possibilista) ma il messaggio mi è parso un po’ forzato.

In fin dei conti il dibattito su quando i figli debbano cominciare a utilizzare il telefonino è aperto, la tecnologia è nuova e non abbiamo precedenti con cui confrontarci. Rivolgersi a un target al di sotto dei 12 anni significa corteggiare dei giovanissimi, tra le scuole elementari e le medie.

Il tema è senza dubbio complesso. Da un lato dobbiamo accettare che le nuove generazioni, native digitali, siano a parità di età più sveglie della nostra generazione in ambito hi-tech. Noi non avevamo gli strumenti, non avevamo Internet, e tutto il resto. Non trovo nemmeno sia giusto ragionare alla pari (Io alla tua età non lo avevo, quindi non lo devi avere neppure tu) ma neanche forzare troppo la mano. Passi che non sia necessario avere 16 anni per avere un profilo su Facebook, ma non va nemmeno bene  lasciarli a 10 anni davanti al computer senza alcun controllo.

Insomma, la mia non è una critica assoluta allo spot, ma un tentativo di riflessione, magari aslcoltando anche altri pareri. Voi cosa ne pensate?

Di seguito l’offerta di Tim Young Junior e il relativo spot.

Le offerte Tim Young Junior e Tim Young Junior Pack sono attivabili solo per i nuovi numeri TIM, non è prevista per i già clienti TIM e per chi effettua richiesta di portabilità del proprio numero di telefono. Attualmente non è possibile attivare una scheda prepagata TIM a soggetti di età anagrafica inferiore a 12 anni, quindi l’offerta sarà utilizzata dal giovanissimo e la sim intestata al genitore. Tim Young Junior quindi non c’è nessun vincolo di età, ma è attivabile solo per i nuovi numeri TIM (no MNP).

Postato in Senza categoria

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar