Uber, semaforo rosso in Germania

Uber è stato bandito dalla Germania. Il popolare servizio che permette di trovare un autista privato tramite un’app dedicata cesserà di funzionare da subito. Questo è quello che ha deciso tribunale di Francoforte con una ingiuzione.

Ovviamente la società californiana non ci sta e promette di ricorrere in appello il prima possibile: “Difenderemo i nostri diritti fino all’ultimo”, “crediamo che la competizione sia una cosa positiva per tutti. Per questo motivo la Germania è uno dei mercati in cui operiamo maggiormente crescenti”.

Decisione corretta o meno, termina così l’avventura di Uber in Germania, accusata da diverse società di taxi tedesche di concorrenza sleale e di operare in contrasto con i requisiti di sicurezza. Inoltre, avendo creato non pochi problemi in tutte le oltre 200 città in cui è attiva l’app, non escludiamo che ora possano avvenire dei “divieti a catena”.
##BANNER_QUI##