Un'goro

Un’Goro: Esplora il lato primitivo di Hearthstone

Da oggi, gli esploratori più impavidi e gli studenti migliori di Azeroth possono intraprendere la spedizione più ambiziosa della loro vita: un Viaggio a Un’Goro. La nuova espansione del gioco di carte digitale di Blizzard, Hearthstone, è live! I giocatori di tutto il mondo potranno avventurarsi nel cuore di questa terra primitiva, con lo scopo di studiarne gli abitanti, imbrigliare le energie elementali del luogo e scoprire i potenti servitori nascosti nel folto della giungla, trovando così 135 nuove carte di Hearthstone da aggiungere alla loro collezione.

Le carte missione

Essere un predatore dominante in un ecosistema così pericoloso ha i suoi benefici: i dinosauri che abitano questo cratere hanno imparato ad adattarsi a ogni minaccia. Proprio l’Adattamento consente ai servitori di acquisire nuovi poteri per gestire meglio le loro prede, quindi ricorda di non abbassare mai la guardia! Per i più coraggiosi (o curiosi) che si avventureranno nelle profondità di Un’Goro, c’è una misteriosa ricompensa: le carte missione. Queste magie Leggendarie compaiono sempre nella mano iniziale e, soddisfacendone i requisiti, conferiscono ricompense oltre ogni immaginazione.

Ora disponibile

Viaggio a Un’Goro è disponibile per Windows e Mac, per tablet Windows, iOS e Android e per smartphone iOS e Android. Le buste di carte possono essere acquistate singolarmente o in pacchetti scontati nel negozio di gioco in cambio di oro o denaro reale allo stesso prezzo delle altre buste di Hearthstone. Ora è anche possibile vincere buste di carte di Viaggio a Un’Goro come ricompense per le missioni o in modalità Arena, ed è possibile creare le carte dell’espansione usando la Polvere Arcana, che si ottiene disincantando le carte che non servono.

Ulteriori informazioni sui pericoli e sulle meraviglie che attendono gli intrepidi esploratori nel cratere di Un’Goro sono disponibili su www.ungoro.com.

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" lavora come giornalista da quasi 20 anni. È stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia nel 2005. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar