USA: procede la class action vs Google

Stavolta tocca a Google finire nel vortice delle azioni legali. La Corte Suprema ha infatti stabilito che la class action intrapresa da alcune migliaia di cittadini americani continuerà il suo percorso giudiziario nonostante l’azienda abbia già patteggiato un accordo da 7 milioni di dollari.

Ma facciamo un passo indietro per capire cosa è successo. I fatti risalgono a quattro anni fa, quando le macchine di Google giravano per le vie cittadine per mappare e fornire foto e dati a Street View, un dei migliori servizi di Google. Durante i percorsi delle Google Car però, alcune di queste avrebbero agganciato il segnale di reti Wi-Fi private non protette da password, raccogliendo i dati sensibili degli utenti come usernarme, password, e-mail e simili.
##BANNER_QUI##
Google, che ha sempre rispedito le accuse al mittente sottolineando che il tutto sarebbe avvenuto in maniera involontaria, aveva già trovato un accordo da 7 milioni di dollari con i 38 Stati membri degli USA ma la corte Suprema ha deciso che la causa continuerà nei tribunali. La storia quindi continuerà e immaginiamo che BigG dovrà tirare fuori ulteriori risarcimenti visti i precedenti…